contatti
portfolio
network
risorse utili


H2O Consulting Srl
Viale Inghilterra, sn
65016 Montesilvano Marina (PE)
Italy
P.IVA: 01802510683

Tel. +39 085 9431872
Fax. +39 085 9432725

Scriveteci

Company Profile

CSS Valido!


 

Blog H2O Consulting

martedì 4 agosto 2009

La pubblicità on-line continua a crescere

Nonostante la crisi, la pubblicità on-line continua a crescere (dati Nielsen company). In termini assoluti l'incidenza rispetto agli altri media è ancora bassa, ma è il trend non va sottovalutato perchè testimonia un cambiamento epocale nel mondo della pubblicità.
A spingere le inserzioni in rete è il traffico generato dai motori di ricerca. E le keywords (Adwords per Google) sono gli strumenti che tramite l'indicizzazione dei siti, vanno ad alimentarlo. Spesso però le parole chiave corrispondono a marchi registrati che dovrebbero essere sfruttati esclusivamente dai rispettivi titolari. "Tuttavia", fa notare Laura Orlando , specialista di Intellectual property dello studio legale Trevisan & Cuonzo , "non vi è alcuna previsione specifica che ponga a carico del motore di ricerca l’obbligo di verificare se le keywords scelte dagli inserzionisti siano marchi registrati di titolarità altrui".

"Google", aggiunge Orlando, "nelle condizioni dei contratti che stipula con gli inserzionisti, specifica che l’inserzionista si assume tutta la responsabilità nel caso di uso indebito di marchi altrui come adwords, limitandosi a mettere a disposizione una procedura di reclamo con cui i titolari del marchio possono fare una segnalazione e dichiara di essere disponibile, a titolo di cortesia, nei confronti dei titolari dei marchi a svolgere limitate indagini nel caso in cui riceva una segnalazione ragionevole".
E’ da vedere se, dal punto di vista legale, la responsabilità per violazione di marchio sia davvero solo dell’inserzionista o anche dei providers.

Fonte immagine: www.viaggiecontorni.org

Etichette: ,


 
   
Mappa del sito - Privacy - Copyright - Agenzia web Pescara - Teramo - Chieti - L'Aquila